Fondata nel 1919 dai due fratelli Filippo e Michele, la Lorioli inizia a produrre medaglie a Milano, dove viene aperto un laboratorio per la coniazione. Solida è la professionalità di entrambi i titiolari: Filippo, incisore in acciaio dai primi del Novecento, e Michele, che esercita in proprio l’attività orafa dal 1904. La sigla FML, dalle iniziali dei fondatori, distinguerà la produzione dell’azienda sino agli anni Cinquanta. Gli esordi avevano visto il concorso anche di Riccardo Castelli, esperto incisore e modellatore.

L’attività si rivolge inizialmente a medaglie connesse alla I Guerra Mondiale, alle quali si aggiungono coniazioni di carattere sportivo, per poi affrontare edizioni commemorative ed infine medaglie ideate per eventi di risonanza nazionale. Nel 1923, per poter far fronte al consistente aumento delle commesse, la società trasferisce la propria sede in una nuova struttura che comprende lo stabilimento, gli uffici e le abitazioni dei titolari. Sono anni di decisivo impulso dovuto alla grande diffusione che la medaglia ottiene durante il Ventennio.

Nel 1928 alla scomparsa di Filippo Lorioli ed al ritiro del fratello Michele, la conduzione dell’attività aziendale viene assunta dalla nuova generazione composta da Arturo ed Edgardo, figli di Filippo, e da Gualtiero, figlio di Michele. Il loro impegno si concentra sul perfezionamento dei reparti di progetto e modellazione, e sulla creazione di una adeguata rete commerciale.

La II Guerra Mondiale porta ad un rallentamento dell’attività produttiva che viene ridotta nell’agosto del 1943, quando lo stabilimento è danneggiato dai bombardamenti. Il dopoguerra comporta una riorganizzazione dell’attività e la costruzione di una nuova e più ampia rete di vendita. Si tratta di un periodo particolarmente delicato per cause sia interne che esterne all’azienda: nel 1946 muore Edgardo Lorioli e poco dopo il cugino Gualtiero recede dal suo impegno nella società; cambiano i metodi e i concetti di lavorazione; muta la situazione di mercato.

La guida viene assunta da Arturo Lorioli, che si avvale della collaborazione di Franco Savoia per il settore commerciale e di Giovanni Amati per quello amministrativo. Nei primi anni ‘50 entrano a far parte della direzione aziendale Vittorio Lorioli, figlio di Edgardo, con Filippo e Giampaolo, discendenti di Arturo. La Lorioli consolida la propria posizione aprendo una sede a Roma, agenzie e rappresentanze in Italia e all’estero. Nel 1959 inizia la costruzione del nuovo stabilimento di Cernusco sul Naviglio che viene inaugurato l’anno successivo.

Alla scomparsa di Arturo Lorioli nel 1965, la terza generazione Lorioli è in grado di proseguire l’attività familiare. Viene valorizzata la produzione delle lavorazioni tradizionali e si avviano settori specialistici, come quello dei multipli d’arte, intensificando la collaborazione con gli artisti ed i rapporti con il collezionismo. La Lorioli partecipa alle principali manifestazioni e rassegne nazionali e internazionali della medaglia. Indicativa è l’assegnazione nel 1983 del premio AIAM (Associazione Italiana della Medaglia), sodalizio che riunisce artisti, editori e cultori della medaglia. Nel 1990 la famiglia Lorioli cede la società e la produzione dello stabilimento viene diversificata. Le lavorazioni del settore della medaglistica cessano nel 1994.

Vittorio Lorioli rimane nel settore come consulente e come ricercatore dando un contributo importante agli studi della medaglia. Nel 1996 ha incrementato il medagliere del Museo Storico di Bergamo con un migliaio di medaglie di interesse storico dal 1919 in poi. Nel 1995 ha depositato presso l’Accademia Carrara di Bergamo 150 medaglie realizzate dall’azienda che, unitamente alla donazione di Cesare Johnson, costruiscono il nucleo iniziale della Collezione di Medaglie Contemporanee della GAMEC. Nel 2005 arricchisce la donazione Lorioli con oltre cento modelli e bronzi d’autore.

Vittorio Lorioli – storico e attivissimo socio dell’Accademia Italiana di Studi Numismatici – scompare nel 2012 o oggi gli eredi hanno voluto, grazie ad un certosino lavoro di schedatura e programmazione, rendergli omaggio e rendere omaggio ad una storia aziendale irripetibile con la pubblicazione di un nuovo sito (clicca qui per accedere) che non solo ospita la storia della Lorioli Medaglie e dei suoi protagonisti, ma anche sezioni dedicate alla bibliografia di Vittorio Lorioli e i contenuti integrali della sua enciclopedica ricerca “Medaglisti e incisori italiani” che comprende centinaia di schede biografiche di artisti i quali, dai tempi del Pisanello al passato recente, hanno fatto la storia dell’arte della medaglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...